Ven20052022

Last update06:55:48 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel 2022

   

 

banner verna rifatto 

                banner-meraviglie-pulito-studio2

 

Back Sei qui: Home Notizie Attualità Quando parte il drive through a Rutigliano? Intervista al dott. Trifone Lombardo

Quando parte il drive through a Rutigliano? Intervista al dott. Trifone Lombardo

Condividi

quando-parte-drive-through

 

di Gianni Nicastro

“I medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta pugliesi potranno prendere in carico il paziente con sintomi Covid, prenotare il tampone molecolare, eseguire tamponi rapidi per i contatti stretti asintomatici e disporre l’isolamento fiduciario ad esito positivo del tampone, stabilendo la data di inizio e fine della quarantena”. E’ quanto si legge in un comunicato pubblicato sul sito istituzionale della regione che spiega i contenuti dell’accordo, o protocollo d’intesa, firmato qualche settimana fa tra la stessa regione Puglia, Medici di medicina generale e Pediatri di libera scelta.

«La Regione Puglia schiera i medici di medicina generale e i pediatri nel contrasto al Covid», ha dichiarato Michele Emiliano dopo la firma. «Si occuperanno -ha proseguito il presidente- di seguire i pazienti che si trovano in assistenza domiciliare, la Regione li sosterrà anche attraverso la telemedicina e costruiranno insieme, Regione, medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, il nuovo modello di ospedale che si decentra nelle abitazioni dei cittadini, non solo per il Covid ma più in generale per tutte le situazioni gestibili a domicilio che necessitano di cure e di assistenza». L’accordo prevede, dunque, servizi sanitari che vanno oltre la stretta emergenza Covid in atto. Tra questi servizi anche la gestione e l’organizzazione dei drive through per l’esecuzione dei tamponi antigenici.

Un drive through è stato allestito a Rutigliano il 15 novembre scorso (qui) presso la tensostruttura di via Adelfia. Su quando entrerà in funzione e come sarà organizzato, abbiamo intervistato il dott. Trifone Lombardo, fiduciario dei medici di medicina generale di Rutigliano e componente del COC, il Centro Operativo Comunale istituito dal sindaco a marzo scorso per far fronte all’emergenza sanitaria causata dal SARS-COV-2.

«L'Accordo Integrativo Regionale-2020 (AIR), firmato da pochi giorni, prevede che la figura del Medico di Medicina Generale e del Pediatra abbia un ruolo determinante nella presa in carico globale dell’emergenza pandemica sul territorio. A breve sarà emessa l'ordinanza regionale necessaria all'approvazione dell'AIR-2020. Costituito il “Comitato aziendale per la emergenza Covid per la medicina territoriale” si potrà indire il Comitato Permanente Aziendale (CPA) che definirà dal punto di vista operativo tutti i passaggi necessari all'attuazione dell'accordo», ci ha detto il dott. Lombardo.

Quando partirà, allora, il drive through? «Sarà poi compito delle AA.SS.LL individuare le strutture fisse o mobili (anche in drive-through) rese disponibili dai Comuni, in collaborazione con la Protezione civile, sul territorio Aziendale e organizzare il necessario supporto per l’erogazione dei test da parte del medico». Non sappiamo, quindi, quando il servizio del drive-through partirà. «L’assessore regionale Lopalco -ha risposto il dott. Lombardo- si è già pronunciato giorni fa attraverso un articolo in cui si leggeva che con i tamponi presumibilmente si parte a dicembre».

Risulta vera, dott. Lombardo, l’informazione secondo la quale i pazienti, per il tampone, saranno mandati al drive through dai medici di famiglia? «L’attività -ha risposto- presso le strutture sarà organizzata previo triage e su prenotazione. Il medico che esegue il tampone provvede alla registrazione sul sistema informativo messo a disposizione della Regione. Contestualmente la piattaforma informatica dovrà consentire la prenotazione del tampone molecolare di conferma».

Il dott. Lombardo ha riferito anche che «la fornitura dei tamponi antigenici rapidi ai medici sarà assicurata dal Commissario per l’emergenza Covid-19, unitamente ai Dispositivi di Protezione Individuale (DPI). I tamponi rapidi saranno effettuati ai pazienti definiti "contatti stretti" asintomatici dopo 10 giorni di quarantena».

In sostanza, come sarà davvero organizzato il servizio del drive through e tutti gli altri servizi sanitari, lo si saprà dopo il prossimo CPA indetto dalla ASL. «Noi siamo pronti» ha ribadito il dott. Lombardo, aggiungendo che «il comune di Rutigliano e la Protezione civile si sono mossi bene, sono stati solerti e bravi, hanno già preparato tutto. Quindi, noi siamo pronti per partire, ma ci vogliono l’ordinanza, che deve recepire l’accordo, e l'organizzazione logistica della ASL».

 

 

Commenti  

 
+7 #7 pietro 2020-12-03 12:54
Cambiamento2: è vietato attaccare il management dell'amministra zone Giuseppe Valenzano.
Il sindaco ed i consiglieri comunali di maggioranza, per nascondere i propri errori e ritardi, indegnamente tacciono sviando l'attenzione su altri aspetti nettamente secondari o attribuendo la responsabilità della pandemia all'atteggiamen to dei cittadini (vedi ultimo consiglio comunale).
Silenzio sulla vicenda casa di riposo, silenzio sul numero dei contagi, silenzio sugli aiuti alle famiglie.
Affidiamoci al direttore Nicastro per la completezza delle informazioni.
Un giornale locale è spesso un giornale di minoranza è passione, scommessa, e non solo convenienza.
Citazione
 
 
+8 #6 Cambianento 2 2020-12-02 21:28
Tutto deve tacere...non si può dire ciò che la maggioranza deve o non deve fare...tacciono tutti...esclusi Romagno e lamparelli...og nuno per il proprio settore fanno presente il non fare NULLA DELLAMMIJISTRAZ IONE INCOMPETENTE COME IL GOVERNATORE...u 62cu
Citazione
 
 
+8 #5 ilnulla 2020-12-02 16:26
Perfettamente in accordo con il commento di sconcertante>>
Apprezzo la tenacia della consigliera Lamparelli e l' esperienza dell'ex Sindaco Romagno ma non apprezzo gli inciuci e le prese in giro verso gli elettori. Il passaggio in maggioranza del M5S è evidente solare e,necessario alla sopravvivenza. Assistiamo ad una inspiegabile assenza comunicativa incisiva nei consigli comunali.
L'opposizione sta dando dimostrazione di non essere compatta collezionando la non condivisione degli atti.
Una flemma preoccupante che non porterà risultati al paese.
Citazione
 
 
+9 #4 Nen 2020-12-02 13:44
Sono d'accordo con sconcertato quando dice che c'è una maggioranza che oramai sta facendo bello e cattivo tempo a seconda delle situazioni in concomitanza con l' emergenza sanitaria, ma è altrettanto vero quando in un consiglio comunale(ULTIMO ) vedere è sentire IAFFALDANO con esperienza amministrativa non pervenuto, PALMINO che doveva sbranare a destra e a sinistra non pervenuto e POLI che sembra un sacerdote alle prime armi non pervenuto, mi fa pensare che dietro ci sia un qualcosa che vada oltre la coerenza politica di questi personaggi che volevano addirittura fare i SINDACI. ma di cosa parliamo?? Ricordate che al giro di BOA chi vi ha votato e sostenuto NON DIMENTICA!!!!!!
Citazione
 
 
+2 #3 cittadino 2020-12-01 17:16
Non è polvere sotto il tappeto,stiamo pagando un sistema sanitario che è stato depauperato fisicamente su tutta la puglia vedi un ex ospedale a Rutigliano che sarebbe dovuto essere ampliato e così per tutti i paesi .E' mancata una seria programmazione in tanti anni senza pensare ai cittadini che un giorno vuoi per un virus o vuoi per catastrofi naturali avrebbero usufruito di un punto di accoglienza funzionante e non dover fare chilometri per "aspettare" in solitudine in una fredda ambulanza sperando che il tempo possa trascorrere velocemente per poter essere accolto da un medico in "affanno " Complimenti e un applauso alla politica .
Citazione
 
 
+12 #2 sconcertato 2020-12-01 13:03
Abbiamo una maggioranza autoreferenzial e che ha smesso di dialogare con la Città ed un'opposizione che non esiste.
Se penso ai tre canditati sindaci che oggi rivestono il ruolo di oppositori, rabbrividisco e mi si accappona la pelle.
Inutile girarci intorno l'opposizione ha fallito e tradito gli impegni presi in campagna elettorale.
Un atteggiamento incomprensibile e stigmatizzato da tanti cittadini.
Gli unici ad alzare l'asticella, i toni e a dire pubblicamente ciò che la città pensa sono i consiglieri Roberto Romagno e Donatella Lamparelli.
Rsa , usca, drive-through, tamponi, bollettini epidemiologici argomenti su cui l'amministrazio ne Valenzano tarda a dare risposte, senza la possibilità di un confronto e senza poter fare domande.
Si ha quasi l’impressione che si tenda a mettere la polvere sotto il tappeto, a non fare troppo chiasso.
Citazione
 
 
+16 #1 Checco 2020-11-30 21:53
Ma le tanto decantate USCA che fine hanno fatto? Non era meglio decentrare l'assistenza Covid domiciliare ad un ente predisposto a questo specifico scopo come si era detto e alleggerire invece i già gravosi compiti dei medici di famiglia per l'assistenza generale.Nelle emergenze poi si assiste a tanti scarica barile a discapito del bistrattato paziente Covid.
Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna