Mer06072022

Last update05:13:54 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel 2022

   

 

banner verna rifatto 

                banner-meraviglie-pulito-studio2
Back Sei qui: Home Notizie Attualità LA JOSA “Ripresa diretta”

LA JOSA “Ripresa diretta”

Condividi

josa-jazz-street


di Franco Larizza

Difficile dire quello che è stato e come è stato. In effetti non lo dirò, per cui, temo, questa mia specie di recensione sarà comprensibile a chi l’evento, svoltosi in tre appuntamenti, lo ha seguito.

Naturalmente, chi non l’ha seguito fa sempre in tempo a cercarlo su internet, per esempio (qui)
E, a ben pensare, non sarà neanche una recensione: non posseggo competenze ed autorevolezza sufficiente. Allora, voglio sperare di condividere qualche emozione che questa iniziativa mi ha suscitato.
Non ho nessuna remora a definire “Ripresa diretta”, un evento epocale per la storia della cultura musicale rutiglianese. Come lo sono state due rassegne che la-josa- Ripresa-Diretta 4nessuno, ormai, ricorderà.

La prima è la “Rassegna regionale di musica d’avanguardia” del 1974: portò a Rutigliano l’odore dei grandi festival di musica alternativa degli anni 70;
la seconda è “Jazz Street”, rassegna jazzistica del 1993 che, a guardare i nomi chi ci suonò, verrebbe da dire “ma possiblie?”.

Entrambi esperimenti coraggiosi che non badavano a mode, incassi, possibilità di «riempire piazze». Scommesse, forse, perse -lo ha dimostrato l’oblio della storia che è venuta dopo- ma che sul momento hanno generato valanghe di emozioni e l’illusione di stare costruendo forme di cultura durature e diverse.
Ma questa volta c’è di più. In “Ripresa diretta” ci sono stati talenti di idee che hanno saputo sposare magie di luoghi, musica buona, capacità tecniche ed un atteggiamento umile di servizio al proprio paese.

Era da tempo che non c’era niente di simile, ubriacati dalle folle oceaniche che costringono a dare “dignità culturale” anche a mascherate di dubbio gusto.
Guardatevi i tre appuntamenti. Guardate i luoghi, ascoltate la musica e come questi due elementi si sposano in tramonti perfetti.
E guardate la dignità di musicisti con gli sguardi bassi, umiliati da tre mesi passati a spolverare i propri strumenti ma, al tempo stesso fieri e perfetti anche senza l’applauso del pubblico.
Una ricetta grandiosa anche se essenzialissima...come la bella batteria dei NIROWA.

 

 

Commenti  

 
+7 #2 Doni Antonelli 2020-07-06 09:29
Ciao Franco, che emozione leggere quello che scrivi e vedere che a Rutigliano in passato c'è stato un festival jazz con nomi importanti. Se hai intenzione e soprattutto il coraggio ( o la pazzia...) di riprendere in mano quella esperienza, sappi che sarei felicissimo di darti una mano.
Citazione
 
 
+6 #1 Room 70018 2020-07-05 14:16
[Caro Franco, è per noi un grande onore e piacere leggere queste righe. Da anni il nostro intento è quello di ridare lustro al nostro Paese attraverso la musica. Passo dopo passo vorremmo creare qualcosa che sia significativo per la comunità tutta, e leggere queste tue parole ci rende orgogliosi

Un forte abbraccio Franco da tutti noi de La Josa
Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna