Dom14082022

Last update06:09:42 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel 2022

   

 

Back Sei qui: Home Notizie Attualità Coronavirus, attenzione alle bufale che si dicono e si sentono anche a, e su, Rutigliano

Coronavirus, attenzione alle bufale che si dicono e si sentono anche a, e su, Rutigliano

Condividi

rutigliano-foto-monumento


Circola da ieri la classica “voce” su un paio di casi di coronavirus a Rutigliano, voce che stamattina sta rimbalzando nei negozi e nei bar. Diciamo subito che a Rutigliano non c’è nessun caso di “Covid-19”, questo risulta -ad ora- alla ASL e alla Prefettura. Anche perché, nell’eventualità di presenza di casi in un comune, il primo ad essere avvisato, sia dalla ASL che dalla Prefettura, è il responsabile sanitario in capo dello stesso comune, cioè il sindaco.

Al momento al sindaco Giuseppe Valenzano non è arrivata nessuna comunicazione dalle autorità sanitarie e governative circa la presenza di “due casi” di coronavirus a Rutigliano.

Voci del genere stanno, più o meno, circolando anche in altri comuni. Il sindaco di Mola di Bari ha dovuto, ieri, mettere a freno “voci” su casi nel suo comune. «Vi prego di non diffondere notizie false e/o di dare credito a pettegolezzi in rete. Non ci sono ragioni per diffondere, irresponsabilmente, panico. A Mola di Bari, non vi è alcun caso di #coronavirus. Grazie!», è quanto a scritto ieri Giuseppe Colonna, sindaco di Mola, in un post sul suo profilo facebook.

Al di là di voci, pettegolezzi e bufale, la cosa utile che ogni cittadino deve fare è seguire le indicazioni che vengono dal governo sui corretti comportamenti individuali finalizzati ad evitare il rischio di contagio, indicazioni che valgono per tutti gli italiani, da Nord a Sud alle Isole.

E’ utile qui ribadire sinteticamente quello che tutti, ormai, sappiamo si deve fare:
1. Lavarsi spesso le mani
2. Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
3. Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani
4. Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o si tossisce
5. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici a meno che siano prescritti dal medico
6. Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
7. Usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o si assiste persone malate
8. I prodotti MADE IN CHINA e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi
9. Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus
10. Contatta il numero verde 1500 per maggiori informazioni.

E’ stato ieri pubblicato il DPCM (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri) che ha, tra le altre cose, chiuso le scuole di ogni ordine e grado da oggi fino al 15 marzo prossimo. Lo pubblichiamo qui sotto per chi volesse approfondire.

Clicca sull’immagine per ingrandire o scaricare il DPCM
decreto-chiusura-scuole


E' chiaro che, come conseguenza delle indicazioni e degli obblighi prescritti nel DPCM, le iniziative pubbliche programmate dal comune di Rutigliano, compresa quella sulla piantumazione degli alberi in pineta con le scuole prevista per domani mattina, sono tutte rinviate.

 

 

 

Commenti  

 
0 # Ciro 2020-03-08 10:01
Iniziamo ad usare anche noi le mascherine,alme no nei luoghi pubblici.Se le avessero usate anche al nord,forse ora avremmo meno contagi. Meglio una protezione in più,non si sa mai.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+3 # Cittadino 2020-03-07 09:35
" A mali estremi, estremi rimedi " Altra disposizione sarebbe, viste anche le prossime festività Pasquali, vietare di andare al nord e dal nord andare al sud.[ amici, parenti lavoratori ecc ]
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # Checco 2020-03-06 18:30
Ma il comune che aspetta a vietare i funerali pubblici e poi si prepara a trovare almeno i luoghi [ ex Ospedale ...]dove alloggiare eventuali cittadini in quarantena [speriamo di no, ma dobbiamo prepararci anche al peggio.]. Speriamo di no.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna