Ven10072020

Last update12:50:06 AM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner2 nuovo madel

  banner giardini 900 2  

 

 

banner verna rifatto     
Back Sei qui: Home Notizie Attualità Da Rutigliano in Terra Santa, un viaggio emozionante e indimenticabile

Da Rutigliano in Terra Santa, un viaggio emozionante e indimenticabile

Condividi

visita a gerusalemme


di Tino Sorino

Un viaggio che ogni cristiano dovrebbe compiere almeno una volta nella propria vita è quello in Terra Santa, in compagnia dei Padri francescani. Una terra, questa, ricca di emozioni, il luogo del pellegrinaggio per eccellenza.

Un gruppo di pellegrini, una cinquantina, formato da insegnanti, artigiani, agricoltori, pensionati e professionisti, è partito per la Terra Promessa una settimana fa da Rutigliano, guidato da padre Francesco Di Nanna, Vice Commissario di Terra Santa del Convento “Madonna della Vetrana” di Castellana Grotte e coadiuvato da don Angelo Bosco, parroco della chiesa di San Domenico e da Piero Dicarlo, prezioso collaboratore.

Padre Francesco, profondo conoscitore di quei Luoghi Sacri, della storia di Gesù e non solo, ha letto molti passi del Vangelo, spiegato sugli stessi posti dove è nato, cresciuto e vissuto il figlio di Maria, alcuni dei tanti suoi miracoli (come ad esempio quelli della moltiplicazione dei pani e dei pesci e delle nozze di Cana) e ha fatto profonde meditazioni coinvolgendo tutto il gruppo.

Tra i partecipanti, il piccolo Ethan, la mascotte “che con la sua curiosità e la sua dolcezza ha allietato il gruppo e il prof. Giuseppe Piccinni che “con la sua dedizione ha risolto alcuni problemi” (come ha sottolineato Filomena Valenzano), consentendo di concludere il viaggio con maggiore serenità. Ricco e intenso il programma del pellegrinaggio (dal 26 dicembre 2019 al 2 gennaio 2020), promosso dal Commissariato di Terra Santa del Convento Madonna della Vetrana di Castellana Grotte, dalla visita della Basilica dell’Annunciazione di Nazareth, al Monte Tabor, al lago di Tiberiade, al monte delle Beatitudini, da Tabgha, a Cafarnao, al fiume Giordano, alla Basilica della Natività di Betlemme e al Santo Sepolcro di Gerusalemme, solo per citarne qualcuno.

Una emozionante e indimenticabile “full immertion”, in continuo contatto fisico, diretto con il divino, per rinvigorire lo spirito e prepararsi ad affrontare con maggiore spiritualità e fede il cammino della vita.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna