Ven18102019

Last update11:36:56 AM

banner conad 2016    banner arborea corretto  

banner madel nuovo

   banner corretto musical break  
Back Sei qui: Home Notizie Attualità CUP di Rutigliano, display rotto bagno rotto avvolgibili rotti…

CUP di Rutigliano, display rotto bagno rotto avvolgibili rotti…

Condividi

cup-rutigliano

 

Forse la sanità a Rutigliano ha problemi più gravi, ma quelli di cui qui vi riferiamo creano particolari disagi agli utenti perché concentrati tutti in un unico posto, la sede del CUP presso l’ex ospedale. Problemi con i quali i cittadini si confrontano ogni giorno, o meglio, ogni tre giorni, perché il servizio CUP (centro unico di prenotazioni) del distretto socio sanitario 11 si divide, sostanzialmente, tra Rutigliano e Mola di Bari. Nel senso che gli stessi operatori fanno servizio tre giorni in un comune, tre nell’altro. Cominciamo proprio da qui, dalla disponibilità del servizio CUP.cup-rutigliano-1

Ricordiamo che il distretto socio sanitario 11 è composto da tre comuni, Rutigliano, Mola di Bari e Noicattaro; una popolazione complessiva, quindi un bacino di utenza, di oltre 70.000 abitanti.

A Rutigliano e a Mola il CUP funzionava cinque giorni su sette. Tre anni fa sulla porta dei due CUP i cittadini hanno trovato un avviso -ancora oggi affisso- firmato dal coordinatore e dal direttore del distretto di allora. Vi si legge: “Si comunica alla cittadinanza che PROVVISORIAMENTE per motivi tecnico-amministrativi gli uffici CUP-Ticket del distretto saranno aperti al pubblico nei seguenti giorni”. Quindi, a Mola di Bari il martedì, di mattina e di pomeriggio, il giovedì e venerdì di mattina; a Rutigliano il lunedì e mercoledì di mattina, il giovedì di pomeriggio. L’avviso riferisce che a Noicattaro l’ufficio è solo CUP e non anche ticket, cioè funziona solo per le prenotazioni perché manca la cassa. Se a Noicattaro i cittadini volessero pagare il ticket al momento della prenotazione, dovrebbero necessariamente recarsi a Rutigliano o a Mola. Questo significa che ai due comuni, spesso, si rivolge anche l’utenza di Noicattaro e, in effetti, i due CUP sono sempre pieni di gente.
cup-rutigliano-2
A Rutigliano il display, che indica il “numero di turno” e lo “sportello”, è da anni fisso su, rispettivamente, 16 e 1. Non funziona. Funziona, invece, l’erogatore dei numeri che vengono “chiamati” dagli operatori dietro al vetro quasi gridando per farsi sentire, come al Bingo. A volte il numero chiamato non coincide con quello giusto e gli utenti si interrogano tra loro e, ogni tanto, ci scappa pure qualche tensione. Gli avvolgibili delle finestre del locale che ospita il CUP non funzionano, sono perennemente abbassati anche dalla parte degli operatori, dove, qualche giorno fa, c’era un secchio e un cartone sul pavimento perché il condizionatore perdeva acqua. Il CUP di Rutigliano non ha il bagno, o meglio, ce l’ha, ma è chiuso da un paio d’anni perché i sanitari sono pieni di calcinacci caduti dal soffitto.

Dal distretto ci informano che tutti i problemi fin qui elencati sono stati segnalati alla ASL Bari, saranno quindi risolti. Quando? Non si sa. Forse a breve, forse no.

Ora, questi problemi, presi singolarmente, non sono granché; concentrati in un unico ambiente fanno impressione, arrecano non poco disagio agli utenti e pongono una questione di decoro. Anche sulla “provvisorietà” dell’alternanza, tra Mola e Rutigliano, del servizio ci sarebbe da dire, ma -sempre dal distretto- ci informano che il servizio CUP pieno nei due comuni è difficile ripristinarlo per carenza di personale. Ci verrebbe da dire una banalità: il personale si assume. Se non lo si può, o non lo si vuole assumere, si potrebbe dedurre che per la ASL Bari “PROVVISORIAMENTE” significhi “vita natural durante”.


cup-rutigliano-3

 

 

 

Commenti  

 
-3 # Cittadino esterno 2019-10-07 22:40
Cerchiamo di essere più critici e poco polemici. La carenza del personale è una grossa pecca di tutta la Asl e in tutti i distretti. Non è facile lavorare senza fondi e senza risorse che ti permettono di fare anche una riparazione di una tapparella... e vogliamo parlare della burocrazia per cui per fare un lavoro di un bagno bisogna fare la gara di appalto ed aspettare anni per ultimarla? Queste sono le pecche della burocrazia italiana e non della sanità!! Basta polemiche sulla sanità, stiamo offrendo il piatto d’argento a chi la vuole distruggere!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+5 # Cittadino 2019-10-06 20:32
se ne fregano i cittadini hanno altro da pensare tra sagre e feste! Poi cadono dalle nuvole quando hanno bisogno della sanità etc. etc.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+5 # Giovanna 2019-10-06 19:16
Questo è il bello del nostro paese !! Il paese dei balocchi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # #cittadino 2 2019-10-06 17:03
Caro Nicastro,
Rutigliano dovrebbe essere fiera di avere una persona come te sempre precisa e puntuale nel denunciare i disservizi. Mi spiace doverti far rilevare, però, che la " telenovela " che tu hai descritto ha radici lontane e che non trattasi solo di mancanza di personale, ma di MANCANZA DI CAPACITÀ DIRIGENZIALI.
E, dunque, le conseguenze le pagano gli ignari utenti di tutti e tre i comuni. Anzi, Mola gode ancora di una situazione di privilegio, visto che, nessuno dei dipendenti di quel comune, viene inviato, in carenza di personale, altrove, a sostituire carenze degli altri due comuni. Ci vorrebbe, a parer mio un'approfondita indagine della Magistratura.
Vedresti che non ti basterebbe un solo articolo *
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+8 # peppino 2019-10-06 15:38
dobbiamo dire grazie per tutti questi disservizi a tutte le amministrazioni di sinistra che si sono susseguite in Regione a cominciare da Vendola ( caro amico di Nicastro) e finire con Emiliano (caro amico del sindaco Giuseppe Valenzano).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+4 # cittadino 2019-10-06 10:42
Questo è un piccolo disservizio nel mare dei disservizi nazionali...sia mo molto indietro in tutto e vogliamo crederci che viviamo in una nazione progredita dove non funziona nulla e per il futuro prevedo nero peggio del carbone. Se mettiamo le mani in qualsiasi campo mi piacerebbe sapere uno,dico uno, che funzioni in modo egregio .Per la sanità il divario nordico è da riflettere e fare il mia culpa altro che sud progredito,dite lo ai malati seri cari politici.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna