Gio18042019

Last update05:59:57 PM

banner conad 2016    banner arborea corretto  
banner madel nuovo                  banner fast2  



Per gli spazi di pubblicità elettorale e le interviste ai candidati sindaco in campo, contattare la redazione: redazione@rutiglianoonline.it

Back Sei qui: Home Notizie Attualità Olympia pioggia condensa e sospensione, la partita migra da Rutigliano a Mola

Olympia pioggia condensa e sospensione, la partita migra da Rutigliano a Mola

Condividi

olympia-sospesa-e-migrata


Non ricordiamo sia mai successo che una partita di basket migrasse, dopo la sospensione, da un paese all’altro, dal tensostatico di Rutigliano al palazzetto dello sport di Mola di Bari. Tutto fa esperienza, certo, fa storia, ma ci sono storie ed esperienze gloriose e altre molto meno gloriose e decisamente imbarazzanti.

E’ la storia di questa sera, che l’Olympia Club -gloriosa e antica squadra di basket rutiglianese- racconta dalla sua pagina facebook. Questo il comunicato: “UNA PARTITA..ITINERANTE! Causa impraticabilità del gommato del Tensostatico messo in ginocchio dalla pioggia - che già, nel riscaldamento, aveva causato diversi black-out-, il duo arbitrale, a fine 1Q sul punteggio di 19-22 in favore di Lecce, ha provveduto a sospendere l’incontro. Grazie alla disponibilità del presidente Losito (SSD Mola New Basket 2012) e della società avversaria, siamo riusciti a garantire la regolare disputa della gara trasferendoci al Pala “Pinto” olympia-sospesa-e-migrata-1di Mola di Bari”.

Quindi, al momento in cui scriviamo questa cronaca la “partita itinerante” è in corso di svolgimento ed è al suo secondo quarto. Si sta disputando la sesta giornata di campionato serie D playoff tra Polisportiva Olympia Club Rutigliano e lsb Lecce. Al tensostatico la partita è stata sospesa a fine primo quarto sul punteggio di 19-22 in favore degli ospiti.

Ora, le squadre molto spesso si imbattono nei problemi che crea la pioggia e la condensa sul campo di gioco del tensostatico, privo di areazione e anche privo di spogliatoi e servizi igienici annessi. Succede che, a causa della condensa, i giocatori scivolino in campo, possano farsi male. Per questo le partite spesso vengono sospese dagli arbitri e, nel caso di oggi, addirittura migrano, seduta stante, in altri comuni, più civilizzati sul piano delle strutture e attrezzature sportive.

In una situazione del genere, la proprietaria del tensostatico, l’amministrazione comunale, ha ultimamente imposto una tariffa oraria di 7 euro per il suo utilizzo. Ok, il prezzo sarebbe giusto se quella struttura fosse decente, efficiente, adeguata, con tutti i servizi annessi e connessi; se fosse, appunto, come civiltà vorrebbe. Ma così non è e non è più neanche gratis.

 

Commenti  

 
+4 # A te 2019-04-09 06:46
Alla partita dei ragazzi si è fatta una pessima figura, cercavano uno spogliatoio per le ragazzine che dovevano invertire le canotta.
Noi genitori, nel periodo da novembre a marzo, ci portiamo le coperte per coprirci pur di sostenere i nostri figli ed incitarli.
Senza parlare del torneo del fischietto, dove chi è venuto da Roma ci ha detto che stiamo proprio messi male e che suo figlio in una struttura del genere non l'avrebbe mai mandato.
Immaginate come ci sentiamo.
È vero per degli sport "inferiori" non si fanno investimenti! Meglio il calcio o il calcetto... e pure lì c'è da chiedere a chi lo pratica.
Giusto sindaco? Giusto assessore attuale e passato?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+4 # Mamma 24 2019-04-08 12:32
Vergogna.....se mplicemente vergogna.
Questa è la sensazione che proviamo noi genitori quando dobbiamo giustificarci con i genitori che arrivano da fuori per accompagnare i loro e ci chiedono dove far cambiare i loro figli o ancora quando un bambino ci chiede di andare in bagno e dobbiamo dirgli di trovare un buon cespuglio dietro l'angolo.
Una volta un gruppo di Bari ci ha detto neanche i "terremotati "stanno messi così male(con tutto il rispetto per loro).
E la sicurezza poi ....... non oso neanche elencare i pericoli !
Vergogna proviamo noi onesti cittadini nei confronti dei nostri figli e degli ospiti ma sarebbe ora che si mettessero alla gogna i veri responsabili.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+3 # UNO CHE AMA LO SPORT 2019-04-08 08:39
Si è forse vero che per la prima volta una partita sospesa a Rutigliano per impraticabilità di campo sia stata poi ripresa in altro luogo, ma è altrettanto vero che innumerevoli altre volte le partite siano state sospese definitivamente e poi essere rigiocate in altra data. Questo, per chi non è ben informato, pesa economicamente sulle spalle della squadra di casa che rimborsa le spese di trasferta alla squadra ospite e ai direttori di gara. Che fare in questi casi? Chiedere il rimborso alla nostra cara Amministrazione che non è stata capace in tutti questi anni di installare un adeguato sistema di areazione o che non è stata capace di mantenere le promesse fatte nelle ultime campagne elettorali circa la costruzione di un efficiente struttura sportiva? Guardatevi intorno cari amministratori, non troppo lontano da Rutigliano ci sono dappertutto Palasport degni di questo nome, solo noi purtroppo siamo costretti a emigrare. E la storia purtroppo continuerà..... ...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna